Esame di Laurea

L'esame di laurea è il passo conclusivo della carriera dello/a studente/ssa della Laurea Magistrale. Esso implica pertanto l'aver acquisito e padroneggiare le abilità necessarie allo svolgimento di un lavoro di ricerca ed approfondimento autonomo in ambito psicologico.

Tali abilità riguardano:

  • la scelta ragionata di un tema rilevante della ricerca e della teoria psicologica;
  • la comprensione critica della letteratura specifica e in particolare delle problematiche teoriche e metodologiche che caratterizzano la tematica prescelta;
  • la realizzazione di un lavoro empirico tramite le metodologie dell'indagine scientifica;
  • l'utilizzo autonomo degli strumenti utili alla raccolta dei dati e alla loro successiva analisi statistica;
  • la competenza logica e linguistica necessaria alla presentazione orale e scritta del lavoro svolto.

L'esame di laurea consiste nella presentazione e discussione della Tesi di Laurea, elaborata in modo originale dallo/a studente/studentessa sotto la guida di un/una docente che insegna la materia di riferimento della tesi e funge da relatore. La tesi è in seguito sottoposta alla valutazione di un/una altro/a docente esperto/a dell'argomento che funge da correlatore/correlatrice.

L'esame di laurea per la prova finale si svolge, per obbligo di legge, in forma pubblica; ciascun candidato/a ha a disposizione all'incirca 15 minuti per l'esposizione orale della lavoro di tesi, con l'eventuale l'ausilio di mezzi audiovisivi, e 5 minuti per la discussione, durante la quale risponde alle domande del/della correlatore/correlatrice e della commissione. La tesi può essere redatta, presentata e discussa anche in lingua inglese, ma deve essere accompagnata da una sintesi adeguata in lingua italiana.

La commissione valuta il/la candidato/a tenendo conto dell'andamento complessivo della carriera, del contenuto della tesi e dell'esposizione e può assegnare un punteggio massimo di 8 punti, in considerazione del livello di approfondimento e di riflessione critica, della ricchezza e completezza dei riferimenti bibliografici, della correttezza metodologica, dell'appropriatezza linguistica e della capacità del/della candiato/a di discutere le questioni poste in quella sede. Il punteggio viene proposto dal/dalla relatore/relatrice, discusso dal/dalla correlatore/correlatrice e approvato dalla Commissione.

La valutazione è espressa in cento decimi e la prova si intende superata con la votazione minima di 66/110. in caso di eccellenza e di votazione massima (110/110), la commissione può concedere la lode con decisione unanime.

 

 

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram